dedicato a tutte le spose che cercano ispirazioni per un matrimonio semplicemente perfetto

matrimonio, matrimonio in italia, matrimonio in umbria, umbria wedding, italian wedding, wedding in italy

ROMANZO 1° capitolo


Primo giro – Palpiti di giovinezza





La prima volta che Ally e La Rospa si incontrarono, quest'ultima pensò che doveva essere una ragazza molto speciale. L'aveva vista a volte mentre tornava da scuola: curva, sotto il peso dei libri, coi riccioli madidi di sudore
ed una larga gonna. E l'aveva subito trovata bellissima, perché diversa dagli altri. Poetica. Angelicata. Un po' Holly Hobbie ed un po' Alice nel Paese delle Meraviglie, sembrava uscita da uno di quei libri di fiabe che alla Rospa piacevano tanto! Così, quando finalmente capitò l'occasione di conoscersi davvero, La Rospa ne fu assai lieta e presto capì d'aver trovato un'Amica. Una compagna leale e discreta. Presenza fedele, deliziosa, costante. Non solo una complice di divertimenti e fantasticherie, ma una vera Sorella con cui condividere la grande avventura della crescita! Per sbocciare al mondo e diventare “principesse”. Insieme.



Ally non aveva fratelli. Anzi ne aveva uno peloso, di nome Dick: un cagnolino dolcissimo che le riempiva la vita. Ma sospettava che avere un fratello umano fosse ben diverso e le succedeva di domandarsi come sarebbe stata diversa la sua situazione se non fosse stata figlia unica: senza mamma Sonia tutta per sé, senza dover fronteggiare da sola i brontolii di papà Giulio, con qualcuno accanto che condividesse le sue stesse radici ed i medesimi ricordi. La Rospa, pensando a Fabri, le faceva notare che nella realtà i fratelli maggiori sono differenti da quelli che si vedono in tv, così protettivi, affettuosi e paterni: lei era felice di avere un fratello, ma non erano tutte rose e fiori... Fabri era come un cactus. Fiero e stabile nel deserto. Però con un bel po' di spine! Ally sorrideva sentendo parlare l'amica di questo ragazzo: praticamente un cervellone del computer, pizzaiolo provetto, pantofolaio ed amante dei viaggi al tempo stesso. Un tipo ambizioso e pignolo, pigro e sincero, che talora nascondeva la timidezza con l'aggressività, eppure, nel profondo, era un pezzo di pane e si faceva sempre in quattro per gli amici! Fabri contraddittorio. Esigente. Difficile. Fabri che adorava gli animali e che aveva forte dentro di sé il senso della giustizia. Le capitava ogni tanto di vederlo, perché, coltivando il rapporto con sua sorella, le occasioni di contatto non mancavano: una gita inaspettata, una festa alla moda, una cena fatta per inaugurare il nuovo forno, voluto proprio da Fabri e collocato nel giardino di famiglia... Fu così che Ally e Fabri si conobbero; in situazioni di svago giovanile. E fu così che, inevitabilmente, si attrassero.






Non fu esattamente una cosa fulminea. All'inizio certo scaturì un pensiero, quasi un guizzo nell'animo di Ally. Un istinto, in apparenza avventato, che, a soppesarlo bene, tanto strano non era. Fabri era carino, di buona famiglia, fascinosamente scorbutico con le sue spigolosità. Ed il fatto che fosse fratello di un'amica affezionata come La Rospa costituiva garanzia inoppugnabile di qualità! Peccato che fosse spesso fidanzato; La Rospa le accennava ogni tanto le sue traversie amorose e pareva proprio che le donne non volessero lasciarlo in pace! C'era quella premurosa ma soffocante, un'altra gatta morta e problematica, un'altra ancora tiranna e decisamente imprevedibile... Questa girandola di “interessate” non era rassicurante. Ed Ally, dolce e timida, non poteva far altro che rimanere sé stessa e restare a guardare. Perché a lei, ne era certa, Fabri non pensava. Forse perché l'aveva sempre vista come l'amichetta della sorella, una candida fanciulla, sorridente e simpatica, cui reputare stima e rispetto, ma con cui non spingersi su sentieri diversi. Poi successe qualcosa d'imprevisto: Fabri si lasciò burrascosamente con la sua ultima fiamma. E si rinchiuse nel suo dolore. Divenne cinico. Scoraggiato. Intanto ad Ally scattò qualcosa dentro. Come una molla. Era il suo momento. O adesso o mai più.

Nessun commento:

Posta un commento